patrizia_pezzella@virgilio.it 0658345572 | 3392221583
  • IL VAGINISMO:
    COME SI MANIFESTA

    “E’ frustrante e avvilente fare la visita ginecologica se non riesci a rilassarti, ti senti contratta. Hai un dolore insopportabile appena il tuo partner si avvicina e prova a toccare le tue parti intime. Il solo pensiero di avere rapporti sessuali penetrativi ti genera panico, ansia, e inizi a sudare freddo. Ogni tentativo di penetrazione si conclude con un fallimento e l’entrata nella vagina sembra chiusa come un “muro invalicabile. “Se queste sono le tue sensazioni, ecco vuol dire che soffri di vaginismo. Ma non preoccuparti perché tante donne hanno sofferto del tuo stesso problema e lo hanno risolto. Se invece i tuoi rapporti sono associati a bruciore o ad un forte dolore durante la penetrazione, tale difficoltà prende il nome di dispareunia.
    Altre situazioni che associano dolore durante l’attività sessuale di tipo coitale sono legate alla vulvodinia. L’origine del problema affrontato dallo studio, esperto in vaginismo Roma, può avere una causa organica e/o psicologica, ma una corretta diagnosi e un adeguato trattamento consente di poter raggiungere una piacevole, serena e soddisfacente intimità. Un trattamento PSICO-SESSUOLOGICO che utilizza tecniche consolidate scientificamente da oltre 50 anni, associate ad un intervento innovativo di sedute di RILASSAMENTO DELL’IPERTONO MUSCOLARE permette di risolvere il problema anche in quelle coppie sposate da molti anni e che vivono con frustrazione e disagio l’impossibilità di avere rapporti sessuali completi e di poter generare figli.




  • IL DISAGIO EMOZIONALE che genera una tale condizione ha un impatto sull’identità personale, sul livello di autostima, sul tono dell’umore e influenza poi negativamente la relazione di coppia. I sentimenti di disagio e inadeguatezza nella sfera della sessualità, indipendentemente dal tipo di disfunzione sessuale (problemi legati al desiderio sessuale, all’eccitazione, all’orgasmo, all’eiaculazione e al dolore sessuale) sia femminili sia maschili, provocano problemi di ansia, di depressione e possono sfociare in conflitti coniugali e separazioni. Un approccio integrato medico e psicosessuologico, in merito a problematiche, come il vaginismo Roma, offre risultati buoni in breve tempo.
    Anche dopo anni di intimità “non coitale” e la possibilità di avere l’eccitazione e di raggiungere l’orgasmo (usando altre stimolazioni erotiche) non eliminano del tutto la sensazione di essere “incompleti” e “limitati”, e ancor di più tale emozioni negative insorgono appena si manifesta il desiderio di avere un figlio.